Chrome è il primo browser al mondo, ecco come ci è riuscito


chrome è primo al mondo

Secondo Statcounter, Chrome è il browser più usato al mondo ed ha superato Internet Explorer nel corso dell’ultima settimana.

I dati parlano chiaro. Nella settimana tra il 14 e il 20 Maggio Chrome è stato usato dal 32,8% degli utenti, contro il 31,9% di Internet Explorer, che perde la sua posizione dominante dopo molti anni. Nel 2003 Internet Explorer era il browser leader del mercato, con oltre il 95% di utenza. Oggi non lo è più; al contrario è secondo, sorpassato dall’ultimo arrivato: Chrome.

Non è la prima volta che Chrome supera il browser di casa Microsoft. Già in passato c’era stato il sorpasso: ultimamente quasi ogni week-end era coinciso col primo posto di Chrome. Un segnale, questo, che testimonia come quando sono a casa e hanno libertà di scelta, preferiscono il browser di Google.

Anche i trend e le prospettive sul futuro sorridono a Google. Si parla, infatti, di un incremento degli utenti su Chrome che sarà costante negli ultimi anni, a scapito di IE e di Firefox, il quale sta pian piano cedendo quota del suo mercato al browser di Mountain View.

chrome

Perché questo successo?

Quando Chrome è arrivato nel mercato era già un browser completo, non aveva nulla da invidiare agli altri. Ha sempre avuto una marcia in più, Chrome:

  • è stato il primo a introdurre una nuova grafica e un nuovo modo di gestire le schede, metodo dal quale gli altri browser si sono ispirati
  • è stato il primo a integrare la barra dell’url con quella della ricerca, idea ripresa sia da Explorer che da Firefox
  • è anche su Android e con il nuovo Chrome 19 permette di sincronizzare le tab aperte su tutti i dispositivi, tablet, pc e smartphone
  • si aggiorna automaticamente, senza l’intervento dell’utente, garantendo sempre l’ultima versione del browser
  • ha un webstore dedicato, non solo con delle estensioni, così come Firefox, ma con delle applicazioni che per lo più linkato a dei siti web
  • sincronizza password, preferiti e applicazioni installate, permettendo di accedere da qualsiasi pc al nostro browser personalizzato.
  • ha un sistema operativo dedicato, Chrome OS, ed è praticamente l’unico software presente.
  • ha un pc apposta per lui, che monta Chrome OS, chiamato Chromebook.
  • è personalizzabile, dalla pagina principale fino alla grafica.
  • funziona su qualsiasi dispositivo, da linux a windows a mac, da smartphone a tablet.

Non tutti sono d’accordo

market browser

Statcounter prende in esame 15 miliardi di siti web. Abbastanza per essere considerato una fonte attendibile, ma altri strumenti di analisi, come netmarketshare, danno risultati ben diversi. Secondo questa analisi, infatti, Chrome si ferma al 19%, contro un 20% di Firefox e un 54% di Internet Explorer.

Purtroppo ci è impossibile dire quale sia, tra questi, il dato più corretto, ma Statcounter è sempre stato affidabile. La differenza fra i due sistemi di statistiche sta nel fatto che il primo guarda solamente le richieste alle pagine web, mentre il secondo pondera questi dati in base alla nazione di provenienza e al funzionamento dell’applicazione.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su PROGRAMMI Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave