WordPress e i Permalink. Cos’è cambiato con la 3.3


WordPress 3.3 è uscito da qualche settimana introducendo molte novità (qui trovate le principali). Una tra le più importanti, di cui nessuno ha parlato, è la possibilità di utilizzare qualsiasi struttura di permalink senza calo di performance, come avveniva fino alla precedente versione 3.2.1.

In un precedente articolo sui permalink scritto sul blog di Andrea Pernici ho trattato in maniera abbastanza approfondita il funzionamento di WordPress e l’impatto sulle performance di una struttura permalink errata.

Ho deciso di riproporre i risultati di un nuovo test effettuato con l’ultima versione di WordPress, in quanto ci sono stati diversi miglioramenti (e sorprese).

RIEPILOGO

  • Tutte le url di WordPress vengono salvate sotto forma di regole (regular expressions) nel database nella tabella wp_options nel campo rewrite_rules
  • La struttura dei permalink utilizzata (selezionabile da Impostazioni -> Permalink) influisce sul numero di di regole generato, più è alto il numero e più tempo verrà impiegato da WordPress per restituire il risultato corretto (pagina, post, categoria ecc..)Rewrite Rules permalink WordPress
  • Il numero di regole varia sensibilmente in funzione del numero di pagine create (con versioni <3.3)
  • Il numero di regole può anche essere influenzato dai plugins come WordPress SEO o No Category Base che rimuovendo il prefisso /category/ aggiungono 3 regole per ogni categoria.

IL PROBLEMA DELLE PRECEDENTI VERSIONI

Prima dell’introduzione di WordPress 3.3 l’utilizzo della struttura /%category%/%postname% era la peggiore dal punto di vista delle performance, in quanto aggiungeva numerose regole alla creazione di una nuova pagina o categoria.

LA NOVITA’

In WordPress 3.3 è stato completamente riscritto il codice relativo alla gestione dei permalink e tutti i problemi di performance (ticket #17177, #15915,  #16687 e altri) risolti.

IL TEST

Come nel precedente test, ho provato diverse configurazioni di permalink, variando il numero di post,pagine,categorie e/o disattivando l’opzione di WordPress SEO per rimuovere il prefisso /%category%/.

I RISULTATI

Grafico Permalink WordPress 3.3

Come nel precedente test, la struttura più performante è /%post_id%/ che però non è “parlante”. La novità sostanziale è invece quella di poter utilizzare la struttura /%category%/%postname%/ senza problemi.

Pur non rappresentando un fattore SEO decisivo, un url parlante o semantica, può sicuramente agevolare l’utente. Se volete sapere che cosa ne pensano gli esperti seo della struttura delle url, vi consiglio di dare un’occhiata ai fattori SEO 2011.

Se decidete di cambiare struttura dei permalink ai vostri siti WordPress, ricordatevi di impostare i redirect 301 dalle vecchie url alle nuove, oppure installate il plugin da me realizzato (http://www.andreacardinali.it/wordpress/cardy-redirect-plugin/) che gestisce in automatico i redirect.

E voi quale struttura di permalink utilizzate/utilizzerete?

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su PROGRAMMI Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave