Skype, c’è anche Microsoft in fila per l’acquisto


Tutti vogliono Skype.

Dopo Google e Facebook, anche Microsoft ora si aggiunge alla lista di celebri corteggiatori interessati all’acquisto del più noto software VoIP utilizzabile sul web e che le grandi aziende vorrebbero integrare nei loro ambiti per garantire un servizio unico agli utenti.

Se il braccio di ferro tra Mountain View e Palo Alto era già noto dalla settimana scorsa, il fatto che anche Microsoft sia interessata all’acquisto di Skype è una novità “fresca di giornata”, resa nota dal portale GigaOM.

Certo è che il software fondato da Niklas Zennstrom e Janus Friis, con community e brand, passerà di mano nei prossimi giorni, visto e consideranto anche che gli investitori spingono per un ingresso in borsa già annunciato nei mesi scorsi e poi rinviato presumibilmente per dare piena libertà a chi subentrerà al comando.

L’obiettivo di chi ha investito nel progetto Skype sarebbe quello di monetizzare.

Per questo motivo l’acquisizione da parte dei nuovi proprietari sembra l’opzione più gettonata rispetto alla partnership.

Ci saranno da valutare le offerte naturalmente, e sia Google che Facebook e Microsoft hanno un buon motivo per investire in Skype: offrire il servizio VoIP “di base” nei propri pacchetti sarebbe certamente un’attrattiva in più particolarmente prestigiosa per gli utenti, fedeli e nuovi.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su PROGRAMMI Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave