La sfida di Spotify, iTunes non è più così importante


Spotify ha rilasciato un nuovo aggiornamento, che si presenta non soltanto come un rinnovamento della precedente versione del software, bensì anche come un vero e proprio guanto di sfida lanciato ad iTunes, il programma di riproduzione musicale targato Apple.

iTunes è il software utilizzato non soltanto per la riproduzione di file multimediali, bensì anche per la sincronizzazione dei dispositivi mobili prodotti dall’azienda di Cupertino, in primis gli iPod.

Ma qualcosa ora cambia in questo scenario: se fino a oggi soltanto iTunes garantiva la sincronizzazione, questa operazione diventa adesso possibile anche grazie all’aggiornamento di Spotify, grazie all’ultima versione del client deskotp fornita agli utenti dalla società svedese che produce il software.

Classic, nano e shuffle sono le versioni di iPod supportate da Spotify, i quali potranno essere integrati mediante l’utilizzo di un’apposita interfaccia grafica che individua i file musicali all’interno del computer e li rende riproducibili anche sui dispositivi Apple.

Non solo iPod, però. Spotify ha infatti reso disponibile il download gratuito della medesima applicazione per iPhone, iPod Touch e dispositivi Android, permettendo dunque la sincronizzazione a tutti gli utenti.

La sfida ad iTunes, poi, si estende anche sul versante dell’acquisto di brani, visto che Spotify ha lanciato anche il suo store ufficiale, con la possibilità di acquistare anche pacchetti di brani a prezzi fissi: si va dai circa nove euro per 10 pezzi, sino ad un massimo di 100 canzoni acquistabili.

Apple non la prenderà bene, non credete? 🙂

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su PROGRAMMI Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave