Google Earth Builder, il cloud che abbatte i costi


Una griglia bianca, la possibilità di caricare i dati, mappe più complete e dettagliate come risultato.

E’ questa l’ultima idea che arriva da Mountain View e che prende il nome di Google Eearth Builder.

Si tratta di un nuovo servizio che il team di Google intende mettere a disposizione degli utenti – soprattutto ambienti governativi – e che nasce sulla base di un principio interessante: l’opportunità di migliorare le mappe già attualmente fornite da Google Earth, tramite l’inserimento di dati attualmente non ancora online.

Nessun limite: sarà possibile caricare sulla “griglia bianca” che Google offre piccoli dettagli, ma anche una grande mole di dati, proprio con l’obiettivo di rendere ancora più utili a chi naviga in rete i contenuti delle mappe.

Google ha assicurato sul suo blog massima facilità di utilizzo di Earth Builder, con un miglioramento e un servizio che dunque sarebbero a costo zero per quanti decidessero di utilizzarlo, oltre che per coloro i quali volessero consultarlo (come avviene già oggi).

Il progetto sarà tra l’altro supportato dalla National Geospatial-Intelligence Agency (NGA) americana, e garantirà massima sicurezza dei dati, con backup multipli e massima attenzione in generale nel loro trattamento.

Dopo Google Map Maker, dunque, un altro servizio proveniente da Mountain View si orienta verso l’ambito delle mappe, anche se stavolta con finalità differenti.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su PROGRAMMI Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave