File Sharing, il preferito del web è µTorrent


Chiamatelo P2P, chiamatelo File Sharing, chiamatelo come volete ma sappiate bene che non è mai smesso di esistere. E’ il metodo di condivisione dei file attraverso il web, da parte degli utenti di tutto il mondo, che ha sempre portato alla luce grandi polemiche circa la violazione del copyright, ma che al tempo stesso non ha mai cessato di esserci.

Se un tempo P2P voleva dire semplicemente eMule, oggi la situazione si è spostata sul fronte dei file Torrent, uno dei protocolli P2P che permette di scaricare file di piccole dimensioni, i quali vengono letti da appositi software e permettono di accedere al file originale memorizzato nel computer della persona che lo sta condividendo.

Dicevamo: in principio c’era eMule. Oggi il ‘mercato’ si è evoluto e oggi il software preferito dagli utenti prende il nome di µTorrent, leader assoluto in tutto il mondo per il download di file dall’estensione Torrent.

Scaricabile gratuitamente, l’applicazione permette appunto di ricercare i file desiderati dall’utente, scaricabili poi sul proprio computer. Naturalmente, esistono alcuni accorgimenti per effettuare il download: in primis – onde evitare di incorrere in sanzioni legali – è bene accertarsi che i file scaricati non siano protetti da Copyright.

Detto questo, potrete ottenere un download più veloce attraverso quei file che mostrano un alto numero di ‘Seeds’, ovvero di fonti, di utenti che lo stanno condividendo con voi sul web. I Torrent possono essere trovati sia con il motore di ricerca interno di BitTorrent, che tramite una semplice ricerca su Google.

Il ruolo che µTorrent sta svolgendo attualmente nell’universo del File Sharing è palesato dai recenti numeri che ne fanno il leader mondiale: il protocollo in generale, scaricato tramite questo software, oggi vanta ben 100 milioni di utilizzatori al mese e in particolare 20 milioni di condivisori al giorno.

Nonostante si muove sempre sul filo della legalità, µTorrent e i file Torrent in generale hanno saputo rivoluzionare l’universo del P2P mondiale. Quanto durerà non ci è dato saperlo. Ma molto dipende – questo è certo – da un utilizzo responsabile del software da parte degli utenti.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su PROGRAMMI Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave