Facebook e privacy: regole più facili per utenti più protetti



Immagine: Wikinoticia.com

La questione della privacy è da sempre una delle più spinose riguardanti Facebook. Impostazioni non sempre chiarissime per un servizio comunissimo in tutto il mondo hanno spesso fatto sì, infatti, che utenti meno esperti non riuscissero davvero a decidere cosa condividere con i propri ‘amici’ o con utenti esterni.

Una nuova policy è l’ultima mossa del Social Network più noto sulla faccia della terra per tentare di migliorare la situazione. Di fatto, le impostazioni non cambieranno e modificare i permessi per amici e non sarà legato agli stessi procedimenti attuali, mentre ciò che muterà saranno le spiegazioni, le guide per attuare le variazioni.

Maggiore interattività, linguaggio meno formale e la consapevolezza (finalmente) di rivolgersi ad una mole di pubblico enorme, dentro la quale è possibile trovare, sì, gli esperti del web a loro agio con regolamenti anche piuttosto complicati, ma anche utenti che magari hanno ‘scoperto’ il web proprio attraverso Facebook.

“Crediamo che i report contengano i principi fondamentali che, presi insieme, possono servire come elementi di base per costruire una significativa rivalutazione del nostro approccio alla privacy”, hanno commentato dall’azienda di Cupertino.

“Siamo anche d’accordo con l’osservazione fatta dalla FTC, che vuole che qualsiasi framework relativo alla privacy debba essere dinamico”, si legge ancora nella nota di Facebook per introdurre la nuova policy.

Questa sarà utilizzata inizialmente in prova e un team raccoglierà i feedback dagli utenti, prima di rendere le modifiche definitive.

In pratica, questa maggiore semplicità nella policy si tradurrà in immagini, link, strumenti interattivi che permetteranno all’utente di comprendere al meglio anche i ‘meandri’ del Social Network, per poterne apprezzare ancora meglio le caratteristiche più note.

Ci sarà spazio, sì, per leggi e norme, ma anche per consigli come il divieto per applicazioni e giochi di continuare a raccogliere informazioni dal profilo. Infine verrà chiarito agli utenti il rapporto tra i dati forniti a Facebook in fase di registrazione e l’uso che il Social Network ne fa nelle campagne di advertising.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su PROGRAMMI Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave