Amazon, dove la musica costa la metà…


Taglio dei prezzi, ora non resta che aspettare.

E’ questa la mossa di Amazon nel settore dei Music Store, con cui la società vuole dunque strappare lo scettro ad Apple e più precisamente al noto software iTunes.

Taglio dei prezzi, si diceva. Con ribassi che hanno portato attualmente i brani degli artisti più noti del pianeta a costare 0,69 dollari, contro l’1,29$ che l’utente si trova invece a spendere ad oggi decidendo di acquistare la stessa canzone presso il servizio offerto dall’azienda di Cupertino.

Il guanto di sfida lanciato da Amazon c’è. Ed è anche piuttosto evidente: con questo abbassamento dei prezzi, la compagnia di Seattle è in grado di offrire lo stesso prodotto di Apple, ma garantendo al cliente una differenza di prezzo che sfiora il 50%, almeno per quanto riguarda gli artisti maggiormente “di moda”.

Tra l’altro questa mossa di mercato da parte di Amazon fa seguito ad un altro passo importante dello stesso gruppo: il lancio di Amazon Cloud Drive, il primo servizio in assoluto in grado di offrire un accesso di natura “cloud” agli utenti, che dunque possono ascoltare i brani in qualsiasi istante e ovunque sia presente una connessione, senza necessariamente scaricare il brano in locale.

Anche Apple, per la verità, aveva in mente una mossa del genere.

Probabilmente la presenterà a breve, ma comunque dopo Amazon. Che intanto rincara la dose, abbassando i prezzi.

Voi che servizio sceglierete?

Scritto il


Articoli Correlati

Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su PROGRAMMI Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave